23 febbraio 2017

V-Drive: la gamma dei vite senza fine si amplia

Da gennaio la famiglia dei riduttori a vite senza fine V-Drive si è allargata con il nuovo V-Drive Basic, sviluppato per applicazioni in cui anche l’aspetto economico è rilevante. Ad oggi sono disponibili due taglie (050 e 063), alle quali si aggiungerà, ad aprile, la taglia 040 , con cinque rapporti di riduzione da i=7 a i=40 e gioco torsionale  ≤ 8 arcmin.  Per ora esistono due uscite base, ad albero cavo e ad albero pieno.
L’esclusiva geometria e la speciale dentatura di V-Drive Basic assicurano non solo velocità elevate, ma anche un’alta efficienza. Questo riduttore a vite senza fine risulta così estremamente silenzioso, con soltanto 50 db(A) a velocità nominali.
A partire dal mese di aprile, la serie si completerà con altre due linee: V-Drive Value e V-Drive Advanced che andranno a sostituire, rispettivamente, le attuali varianti entry level e Plus. Si tratta di un aggiornamento di gamma assolutamente compatibile con le versioni precedenti, ma che offre coppie superiori e gioco torsionale ridotto.
Presto sarà, quindi, possibile scegliere tra tre fasce di prodotto, studiate per rispondere a diverse esigenze in termini di prestazioni e investimenti.

Scaricate la scheda V-Drive Basic e continuate a seguirci per saperne di più.

 

2 febbraio 2017

WITTENSTEIN S.P.A. & Lombardi Converting Machinery: una collaborazione di successo

Come nasce un’etichetta? Le vediamo ogni giorno sulle bottigliette d’acqua, sulle confezioni per alimenti, sui contenitori dei cosmetici. Ma che tipo di tecnologia si nasconde dietro a un’etichetta? Siamo andati a indagare in un’azienda all’avanguardia, la Lombardi Converting Machinery, che da oltre 30 anni opera nel settore della stampa flessografica. Fondata negli anni ‘80, l’impresa col tempo si è specializzata nella produzione di impianti in linea a fascia stretta, macchine flessografiche a tamburo centrale e macchine fustellatrici automatiche per etichette e buste. Tra le macchine di ultima generazione c’è Synchroline, che può stampare su diversi materiali, come PVC, Pet, carta (anche adesiva), cartone o materiali accoppiati. Ciò che viene maggiormente apprezzato della gamma Synchroline è la sua modularità, che dà ai costruttori la possibilità di aumentare, ad esempio, i moduli di stampa colore o le fustelle, anche in un secondo tempo. Sono impianti all’avanguardia con cui si può ottenere precisione elevatissima e il minimo spreco di materiale in un range applicativo molto ampio, grazie anche all’elettronica “intelligente” di cui sono equipaggiati. Perché un impianto sia di così alto livello anche i suoi componenti non possono essere da meno. E qui entra in campo WITTENSTEIN che – dopo aver analizzato il progetto – ha fornito a Lombardi Converting Machinery la soluzione ottimale per la movimentazione dei rulli: i riduttori compatti a gioco ridotto con flangia in uscita TP+, apprezzati per il loro elevato rendimento, il grado di precisione e la capacità di non trasmettere calore. Una caratteristica estremamente importante per Synchroline che lavora in continuo fino a 3 o 4000 giri/minuto. Per garantire processi così spinti WITTENSTEIN non ha fornito un prodotto standard, ma ha personalizzato la gamma di riduttori con importanti accorgimenti che hanno permesso di limitare al minimo gli attriti che generano calore e possono, talvolta, portare anche al grippaggio. La personalizzazione fatta, invece, assicura la massima precisione della macchina nonostante le alte velocità. Un progetto studiato  nei minimi dettagli, gomito a gomito con il cliente, dal Team WITTENSTEIN che ha portato l’impianto al massimo della sua resa.

Alessandra Suriano

23 gennaio 2017

Spinare le cremagliere? Basta 1 minuto!

Quanto tempo vi serve per montare le cremagliere? Da oggi, con il nuovo sistema di spinatura INIRA (acronimo di INnovation-In-Rack-Assembly) potrete compiere questa operazione velocemente e senza  dover forare ed alesare in opera.

Come ben noto, la spinatura è fondamentale per un riposizionamento preciso delle cremagliere e serve anche per poterne sfruttare appieno le performance. Da analisi FEM effettuate sulle nostre cremagliere è emerso che il contributo dato dalle spine alla forza massima trasmissibile può raggiungere valori fino  al 13%.
Data l’importanza di questa operazione, il nostro ufficio tecnico si è ingegnato per trovare una soluzione che renda la spinatura il più veloce e agevole possibile.
Il primo passo? Eliminare foratura e alesatura in opera.
Come? Adottando spine e bussole eccentriche che, in funzione del posizionamento reciproco, siano in grado di compensare errori di +/- 1 mm.
La sequenza di montaggio prevede che i fori spina vengano realizzati sul basamento insieme ai fori filettati necessari al fissaggio. La cremagliera viene messa in opera e fissata con le relative viti. Senza dover forare ed alesare, le spine e le bussole eccentriche vengono posizionate e fissate manualmente, compensando automaticamente gli errori di posizionamento tra il foro della cremagliera e quello del basamento.
I vantaggi? Il tempo richiesto, ad esempio, per la spinatura di una cremagliera con due fori spina, si riduce da 45 minuti ad appena 1 minuto. Il tutto senza produrre un truciolo!
Prenotate una demo gratuita con il nostro Service direttamente presso la vostra sede chiamando lo 02 241357-1 e scaricate gratuitamente il flyer.

Roberto Ghidelli

16 dicembre 2016

Corrosion Resistant & Hygienic Design – Consultate il nuovo sito


Resistenza alla corrosione e condizioni igieniche impeccabili sono per la vostra applicazione un requisito irrinunciabile? Allora le soluzioni Corrosion Resistant e Hygienic Design di WITTENSTEIN sono la risposta alle vostre necessità. I materiali speciali con cui sono realizzate e la geometria studiata per impedire il deposito di residui di prodotto garantiscono, infatti, i massimi livelli di igiene e automazione sterile.

Si tratta di riduttori coassiali e angolari, attuatori e micromotori brushless che possono essere sottoposti a ripetuti lavaggi, assicurando la massima resistenza alla corrosione anche a contatto con fluidi come disinfettanti contenenti ipocloriti o schiume alcaline, che potrebbero avere pesanti effetti ossidanti sui componenti. Inoltre, la forma costruttiva priva di spigoli e solchi impedisce il deposito di batteri o microorganismi inquinanti, rendendo la pulizia e la disinfestazione periodica del componente e dell’intero impianto molto più veloci, efficienti e sicure.

Scoprite tutti i vantaggi di queste soluzioni sul nuovo sito dedicato. Oppure contattateci: info@wittenstein.it

A. Suriano

12 dicembre 2016

Nuovo catalogo WITTENSTEIN alpha

E’ disponibile l’edizione 2017 del catalogo prodotti WITTENSTEIN alpha. Troverete dati e disegni tecnici delle gamme di riduttori epicicloidali e angolari, sistemi lineari a pignone e cremagliera, giunti, limitatori di coppia, calettatori e alberi flangiati.

Per scaricare gratuitamente il catalogo andate alla  sezione Download del nostro sito oppure cliccate sull’immagine presente in homepage

Older Posts »